sabato 19 dicembre 2020

I Grandi del Rock: 07 John Lennon

(1940-1980) John Winston Lennon nasce a Liverpool. Verso la fine degli anni 50 forma la sua prima band i Quarrymen e durante un concerto incontra Paul McCartney. Si uniscono poi Ringo Starr e George Harrison e il manager storico del gruppo Epstein. Nascono i Beatles, ormai parte integrante della Storia della Musica. Nel 1957 Lennon incontra Cynthia Powell che sposa nel 1962, quando i Beatles erano già una grossa realtà. Il manager pretese che il matrimonio restasse segreto per non rovinare l'immagine del beatle e Julian nasce mentre il padre era in tournée. I rapporti furono sempre molto freddi fra padre e figlio, tanto che il bambino si affezionò di più a Paul McCartney (il famoso brano Hey Jude per volere di Paul è dedicato proprio a Julian). Nel 1963 John scrive Please Please Me e She Loves You, brani storici che decretano il successo mondiale del gruppo. Negli anni a seguire John si dimostra artista completo sia come attore nei musical dei Beatles A Hard Day's Night, Help e Magical Mystery Tour e nel comico How I Won The War, sia come scrittore con In His Own Write e A Spaniard In The Works, sia ovviamente come autore di brani stupendi, sempre in coppia con Paul McCartney. Personaggio scomodo sempre in dissenso con le istituzioni, la religione, il potere in generale, fu l'anima ribelle dei Beatles, sempre in prima fila nella battaglie pacifiste e per i diritti civili. I Beatles in attività dal 1960 al 1970 sono un gruppo mitico che ha letteralmente cambiato il modi di fare musica, i brani firmati da Lennon e McCartney fanno parte integrante della nostra storia. Nel 1968 divorzia dalla moglie ed entra in scena Yoko Ono, che cambierà la vita del beatle e che sarà accusata dai fans di essere stata la cusa dello scioglimento del gruppo. L'anno dopo con Yoko s'impegna politicamente contro la guerra in Vietnam: rimangono a letto per giorni, rispondono alle interviste, cercano di attirare l'interesse dell'opinione pubblica. In uno di questi bed in nasce Give Peace A Chance primo singolo della nuova Plastic Ono Band, il gruppo di John e Yoko, e ancora oggi inno del movimento pacifista. In quell'anno registra poi un album Live Peace in Toronto, dove la nuova band, stavolta con Eric Clapton e Alan White, suonano anche Cold Turkey, riferito all'esperienza di John con l'eroina e al sudore freddo di chi cerca di disintossicarsi. I Beatles si sciolsero ufficialmente nel 1970 ma John ne era già fuori, nello stesso anno pubblica John Lennon and the Plastic Ono Band, dove suona anche Ringo Starr, album molto bello che contiene Mother e Working Class Hero. Nel 71 esce Power To The People, brano che diviene l'inno dei comunisti americani, nello steso anno esce Imagine, il suo album più bello con la title track che diventa un inno internazionale del pacifismo. L'album contiene anche How Do You Sleep, un violento attacco all'ex amico e scocio Paul McCartney, in risposta all'album Ram dove Paul lo accusa nei brani Piss Off Yeah, Too Many People e 3 Legs, di avere abbandonato gli amici per una finta carriera alternativa. Critiche su cui furono d'accordo i fans che vedevano aumentare a dismisura l'influenza di Yoko, già affermata artista di avanguardia. Nel 1972 un live con Frank Zappa Some Time in New York City, un album molto poleticizzato con diverse collaborazioni da Eric Clapton a George Harrison e a fine anno il singolo Happy Xmas (War Is Over),che diventerà poi una tradizionale canzone natalizia. Lennon non voleva intrusioni sui suoi lavori e questo creava sempre conflitti con i discografici, che non volevano sorprese destabilizzanti. Ma lui voleva stupire come l'album per Two Virgins (il primo album solista con effetti sonori,suoni distorti e le urla di Yoko Ono del 1968), la restituzione del titolo di baronetto, le continue battaglie a favore dei comunisti, il sostegno anche finanziario ai Black Panther e ai movimenti femministi. Nel 1973 esce Mind Games e l'anno dopo l'ottimo Walls and Bridges, album di grande successo grazie anche al singolo Whatever Gets You Thru The Night. Nel 75 collabora con David Bowie alla scrittura di Frame poi incisa con grande successo da Bowie stesso, e nello stesso anno pubblica l'ultimo album Rock and Roll con classici anni 50, buon successo con la celeberrima cover di Stand By Me. Dopo di questo esce dalla musica per 5 anni, cerca di liberarsi dell'eroina, riesce dopo tanti tentativi a stabilirsi a New York (gli Stati Uniti gli avevano negato l'ingresso per le sue posizioni estremiste). Nel 1980 esce Double Fantasy ma l'8 dicembre dello stesso anno viene ucciso da uno squilibrato con un colpo di pistola davanti al Dakota Building il residence dove viveva a New York. L'artista che più di ogni altro aveva lottato per il pacifismo muore colpito al cuore da un pazzo, certo Mark Chapman, che lo uccide al grido “sta per entrare nella storia”. Muore a 40 anni. L'album balza al primo posto in tutto il mondo e dal 1980 al 1981 Lennon è presente ai primi posti sia con i singoli (Just Like) Starting Over, Give Peace a Chance, Happy Xmas (War Is Over), Imagine, Woman e Watching the Wheels, sia con gli album Imagine, Double Fantasy, Rock 'n' Roll e Shaved Fish. Nel 1984 esce Milk and Honey l'ultimo album registrato nel 1980 insieme a Double Fantasy e nel 1988 il film documentario Imagine:John Lennon. Nel 2002 la sua città Liverpool gli dedica il nuovo aereoporto che ha come motto, una frase di Imagine: Above Us Only Sky. Un artista controverso, amato e criticato ferocemente, uno degli artisti più importanti di questo secolo.

domenica 27 settembre 2020

I Grandi del Rock: 06 - George Harrison

Nasce nel 1943 e dal 62 al 70 è stato il chitarrista solista e cantante (spesso d'accompagnamento) dei Beatles, per i quali ha composto 22 canzoni. Dopo lo scioglimento del gruppo (l'ultima incisione è dell'aprile 1970 con il brano scritto da Harrison I Me Mine) ha intrapreso una carriera individuale, sia come musicista di successo sia come produttore cinematografico. All'interno dei Beatles Harrison ricoprì un ruolo secondario vicino ai più quotati Lennon & McCartney, ma mai marginale e, per i primi anni di attività del gruppo, le sue composizioni non furono frequenti. Tra esse sono da ricordare I Need You,If I Needed Someone,entrambe del 1965, Taxman e I Want To Tell You del 1966. Harrison fu tra i primi ad inserire strumenti orientali nel rock, e suonò il sitar nelle canzoni Norwegian Wood del 1965, Within You, Without You del 1967 e The Inner Light del 1968. Nel secondo periodo di attività dei Beatles Harrison assunse un ruolo di primo piano sia come chitarrista, affinando uno stile di chitarra inconfondibile, sia come autore originale ed intenso di alcune splendide canzoni come While My Guitar Gently Weeps del 1968, Here Comes The Sun e Something del 1969, splendido brano senz'altro il suo capolavaoro. Dopo lo scioglimento del gruppo, il vero e proprio esordio di Harrison come solista avviene con All Things Must Pass del 1970, un album molto bello ambizioso nel quale mette in evidenza la maturità artistica raggiunta nell'ultimo triennio di attività dei Beatles. Nell'estate del 1971 organizza il celebre Concerto per il Bangladesh, iniziativa benefica a favore delle popolazioni di profughi dalla guerrra civile tra India e Pakistan che portò alla costituzione dello stato del Bangladesh. Alla fine degli anni Settanta, l'amicizia con il gruppo di comici Monty Python lo stimolò nel finanziare la produzione del film Life Of Brian del 1978, inizialmente rifiutato dalla Warner Brothers. L'iniziativa ebbe successo tanto da indurlo a fondare la casa di produzione HandMade Films. Negli anni Ottanta Harrison ridusse notevolmente l'attività musicale e si dedicò prevalentemente al cinema. L'album Cloud Nine del 1987 ne segna però il prepotente rientro ed ottiene un grande successo. L'anno successivo suscitò sorpresa la sua partecipazione a Traveling Wilburys del 1988, un progetto discografico molto goliardico straordinariamente riuscito. L'album, che ottenne un notevole successo commerciale, uscì a nome dei Fratelli Wilburys, un supergruppo formato da Harrison, Bob Dylan, Tom Petty, Jeff Lynne e Roy Orbison, che purtroppo morì improvvisamente poche settimane dopo l'uscita dell'album. Il disco deve il suo successo critico e commerciale al fatto di essere riuscito a trarre il meglio da ciascuno dei musicisti coinvolti. Negli anni novanta si divide tra i consueti impegni nel campo della cinematografia ed una comoda attività musicale. L'unico risultato in studio fu il secondo capitolo (nonostante il riferimento nel titolo ad un ipotetico disco intermedio in realtà inesistente) della saga dei Traveling Wilburys, Traveling Wilburys, Vol. 3 del 1990, che ottenne un buon successo commerciale. Il disco è dedicato allo scomparso Roy Orbison ed è realizzato sempre con Bob Dylan, Tom Petty e Jeff Lynne. Nel 1994, a causa di problemi finanziari deve chiudere la HandMade Films. Quello stesso anno,torna in studio di registrazione insieme con Paul McCartney e Ringo Starr per portare a termine il progetto Anthology dei Beatles, realizzato tra il 1995 ed il 1996 in un film-documentario e ben tre doppi album. Nonostante le critiche, il progetto ha avuto il potere di consolidare ulteriormente il mito della più famosa pop band del Novecento. Muore nel 2001 per un tumore. L'ultimo album Brainwashed è stato pubblicato un anno dopo la morte ed ha ottenuto ottime recensioni da parte della critica. Il disco, che raccoglie undici nuove canzoni ed il remake di uno standard, Between The Devil and the Deep Blue Sea, è stato lasciato incompiuto e completato da Jeff Lynne, con il quale stava lavorando ad una antologia dei Travelling Wilburys. Nello stesso anno la moglie Olivia ed Eric Clapton hanno organizzato un concerto in tributo alla sua memoria con la partecipazione dello stesso Clapton e Ravi Shankar, Paul McCartney, Tom Petty, Jeff Lynne.

mercoledì 17 giugno 2020

I Grandi del Rock: 05 - David Bowie





David Robert Jones, nasce nel 1947 tra i precursori e maggiori esponenti del glam rock inglese (vedi l'articolo dedicato nel Classic Rock Anni 70).

La sua carriera musicale, iniziata verso la fine degli anni Sessanta, copre un arco di circa quarant’anni e ha abbracciato diversi generi artistici e commerciali, dal citato glam rock alla disco, al pop elettronico, e tutti con grande successo.



Dopo diverse esperienze nel 1966 con i Buzz incide Do Anything You Say e I Dig Everything e ottiene un contratto con la Deram Records ma il gruppo si scioglie lo stesso giorno della pubblicazione di Rubber Band.




Nel 1967 cambia diverse formazioni, con i Riot Squad incide Little Toy Soldier, lo stesso anno esce l'album di debutto, intitolato semplicemente David Bowie.
A settembre inizia una delle collaborazioni fondamentali di Bowie, quella con il produttore Tony Visconti.

In questo periodo, inoltre, rimane affascinato dalle performance dell' attore e mimo Lindsay Kemp,tanto che comincia a frequentare i suoi corsi di danza e movimento.



Alla fine dell'anno si avvicina al buddismo e trascorre alcune settimane d'isolamento monastico in Scozia.
Al ritorno Kemp gli assegna una parte nello spettacolo Pierrot in Turquoise.




Nel 1969 incide Space Oddity, l'album non sarà un successo anche se il singolo omonimo diventerà un punto essenziale della sua carriera, il viaggio spaziale di Major Tom è entrato nell'immagginario collettivo.

Inizia a suonare un rock duro e superamplificato.
Esce The Man Who Sold the World, il più duro tra i suoi album, un lavoro molto bello e particolare.



Il Grande successo arriva con Hunky Dory del 1971 e The Rise and Fall of Ziggy Stardust and the Spiders of Mars del 1972, che contengono gran parte dei suoi classici, ripetuti in qualunque concerto anche a trent'anni di distanza, da Changes a Starman, da Life on Mars a Moonage Daydream, da Ziggy Stardust a Andy Warhol.

Fra il 72 e 73 nei panni di Ziggy Stardust porta in giro uno show dalle mille meraviglie dove il vero Bowie e la figura teatrale si confondono tanto da rendere molto sottile il confine tra realtà e finzione.



Al ritmo di un disco l'anno, non si è mai limitato a creare un marchio Bowie uguale a se stesso, ma si è sempre spinto nella sperimentazione affrontando i generi più disparati: dalle nostalgie beat con Pin Ups, agli incubi orwelliani di Diamond Dogs, al R&B bianco con Station to Station e Young Americans all'electro pop intellettuale della collaborazione con Brian Eno e la trilogia berlinese di Low, Heroes e Lodger.

Questo grazie ad un successo ormai consolidato che gli ha permesso di seguire la sua voglia di sperimentare nuove soluzioni senza mai preoccuparsi del loro riscontro commerciale.


Negli anni cambia il personaggio: l'androgino Ziggy Stardust diventa un White Duke inquietio e suggestivo, cambia il suo stile, ma rimane sempre grande artista e grande professionista.

Negli anni 80 si dedica soprattutto alla sua carriera di attore,tornerà alla sperimentazione nei quattro diversissimi album degli anni novanta col risultato di spicco di Outside nel 1995.

Nel 2004 in seguito ad una operazione al cuore si ritira dalle scene, per ricomparire brevemente solo nel 2006.

Nel 2011 esce Toy, che contiene alcuni dei brani usati per Heaten.

Nel 2013 esce The Next Day e nel 2016 Blackstar, il suo ultimo album, inciso quando il male era già in stato avanzato.

Due giorni dopo l'uscita del suo lavoro muore in una clinica di New York per l'aggravarsi di un tumore al fegato contro il quale aveva combattuto in segreto per più di 18 mesi, si dice che abbia chiesto di morire e che gli sia stata praticata l'eutanasia.

Muore un personaggio enigmatico simbolo del suo tempo che con circa 150 milioni di album venduti rimane uno degli artisti di maggior successo della storia della musica contemporanea.

lunedì 10 febbraio 2020

I Grandi del Rock: 04 Carlos Santana























Carlos Augusto Alves Santana nasce nel 1947.

Inizia a suonare nel 1966 e comincia a riscuotere i primi successi nel 1970 con l'album Abraxas, album molto bello nel quale definisce lo stile che lo reso famoso, un insieme di salsa, classic rock, blues e fusion, con i suoi famosi assoli di chitarra.

Dopo il grande successo a Woodstock il gruppo si scioglie, sopratutto per l'avvicinarsi di Santana alle filosofie orientali e a scelte musicali diverse come il jazz e il blues.

La sua carriera sarà un continuo alternarsi fra i bisogni commerciali imposti dalle casa discografiche che lo vogliono fedele al suo stile, e i suoi desideri invece di cambiare e di entrare in sonorità completamente diverse, certamente più ostiche per il grande pubblico e che non saranno mai completamente accettate.




Nel 1972 esce Caravanserai, un album fusion molto acclamato dalla critica, e
Santana inizia a collaborare con John Mc Laughin, diventando discepolo del guru Sri Chinmoy.

Il cambiamento non viene accolto molto bene dal pubblico e nel 1976 torna al suo stile con Amigos e il celeberrimo brano Europa.







Nel 1982 lascia definitivamente di seguire il guru e ritorna ad una musica più orecchiabile ma senza molta fortuna.

Collabora con Weather Report, McCoy Tyner e John Lee Hooker, torna al suo amore per il jazz e il blues.







Il grande rilancio è del 1999 quando ritorna definitivamente al suo stile e con Supernatural ha il suo più grande successo.

Un album che ha venduto più di 25 milioni di copie, con brani come Corazon Espinado e Smooth, cantato con Rob Thomas.





L'anno dopo esce Shaman e nel 2005 All That I Am, altri grandi successi, realizzati sulla falsariga di Supernatural.

Nel 2012 esce Shape Shifter e nel 2019 Africa Speaks.



E’ considerato tra i migliori chitarristi rock esistenti.





Archivio blog